Gli animali

accolti da
Naturabilia

Proteggiamo - Animali Selvatici

Naturabilia è un C.R.A.S.
della Regione Liguria

Grazie al Naturabilia C.R.A.S. (Centro di Recupero per la Fauna Selvatica),
aiutiamo gli animali selvatici in difficoltà:
feriti, malati o piccoli rimasti soli.

In queste strutture, veterinari specializzati e volontari formati, lavorano per il soccorso, la cura, la gestione, la riabilitazione e la successiva liberazione degli animali autoctoni.

A scopo di tutelare e proteggere la fauna selvatica, lo Stato Italiano grazie alla legge 157/1992, ha reso possibile l’istituzione di C.R.A.S. che a livello regionale hanno il compito di riabilitare gli esemplari trovati in difficoltà. 

C.R.A.S.: Centro di Recupero per la Fauna Selvatica.

Dal 1992 lo Stato Italiano ha dichiarato la fauna selvatica come suo patrimonio indisponibile grazie alla legge n°157/1992 “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio” la quale oltre a normare la caccia, ha affidato alle Regioni il compito di regolamentare le attività di soccorso per gli animali selvatici. 

I primi centri di recupero nascono, tuttavia, molto prima della sopracitata legge; già negli anni 70’ ad opera di enti privati nasceva e si diffondeva una più accurata sensibilità ambientale che ha visto crescere esponenzialmente anche il numero di questi centri. Inizialmente nacquero per soccorrere gli uccelli rimasti feriti dalle attività di caccia. I C.R.A.S. hanno poi assunto un ruolo fondamentale nella cura anche dei mammiferi, contribuendo maggiormente alla tutela della fauna selvatica italiana.

I C.R.A.S. sono le uniche strutture autorizzate a detenere e curare gli animali selvatici trovati in difficoltà, il che rende chiunque altro detenga animali selvatici punibile con la legge apparendo come un furto ai danni dello Stato. 

Per fauna selvatica si intendono tutte le specie di mammiferi e di uccelli dei quali esistono popolazioni viventi stabilmente o temporaneamente in stato di naturale libertà nel territorio nazionale. Un C.R.A.S. pertanto, non ha il compito né il dovere di soccorrere animali domestici come cani e gatti, né animali da reddito come mucche, cavalli e conigli.

Un centro di recupero ha l’obiettivo di soccorrere gli animali selvatici trovati feriti o in difficoltà, occuparsi della loro riabilitazione e rimetterli, laddove è possibile, in natura nel più breve periodo di tempo compatibilmente con la loro biologia, allo scopo di dare una seconda possibilità a questi esemplari. 

In Italia la maggior parte dei C.R.A.S. è gestito da associazioni di volontariato, che si avvalgono di veterinari specializzati in fauna selvatica. 

Nei Centri di Recupero possono arrivare animali che hanno subito l’impatto con un veicolo, vittime di bracconaggio, predate da animali domestici, avvelenati o ritrovati perché deboli e malati, ma anche tanti piccoli di uccello o di mammiferi che sono stati trovati dai cittadini e prelevati incautamente o con incoscienza. 

Per questa ragione il ruolo dei C.R.A.S. è anche quello di divulgare le buone pratiche di convivenza con gli animali selvatici che si possono incontrare, fornendo un supporto tecnico al cittadino che si trova ad avere rapporti con la fauna selvatica di cui spesso. I C.R.A.S. sono pertanto il punto fondamentale di incontro tra il singolo cittadino e la fauna selvatica.

SOS Animali Selvatici

chiama il numero 334 233 33 33
Tutti gli animali vanno portati al Centro